Spazio attori

Sei un attore e cerchi nuovi spazi per presentare te e/o un tuo spettacolo?
Sei anche autore ed hai un testo di breve durata (o un corto estratto di un tuo spettacolo) che vorresti pubblicare e che puoi interpretare in un video?

Scarica il concept in PDF per maggiori informazioni.

 

perlascena offre agli attori la possibilità di interpretare i testi pubblicati nella sezione “I monologhi della webcam” dei numeri usciti (o estratti di altri testi di breve durata) e di pubblicarli in uno spazio ben rappresentato sul nostro sito. Per leggere i monologhi, basta abbonarsi gratuitamente alla rivista on line.

I testi dovranno essere naturalmente interpretati di fronte ad una webcam, un telefonino o una videocamera, anche come lettura. I video saranno selezionati dalla redazione. La modalità con la quale la webcam (o altro strumento di ripresa) potrà essere usata è libera, nel senso che non saranno accettati soltanto monologhi la cui rappresentazione proponga una “classica” contestualizzazione dell’ambiente (un personaggio davanti al proprio pc), ma saranno valutati e valorizzati anche quei testi e quei video che facciano un uso “non convenzionale” dello strumento webcam (a tal fine la possibilità di utilizzo di altri strumenti di ripresa).

Gli unici limiti che dovranno essere rispettati sono:
- di inquadratura: dovrà essere “fissa”, a delimitare lo spazio scenico dell’attore. Non potrà quindi essere effettuato un uso “cinematografico” del mezzo (simulazioni di zoom ad effetto, dolly o altro) e la ripresa non dovrà seguire l’attore qualora questo uscisse dal campo stesso di ripresa;
- di modalità di ripresa: saranno privilegiate le riprese effettuate con cavalletto, sono possibili comunque delle eccezioni se legate alla specifica contestualizzazione del tema trattato o degli spazi utilizzati (ad esempio su riprese in esterna);
- di piano: saranno preferiti i piani ravvicinati (primo piano o mezzo primo piano), la distanza massima dall’attore dovrà essere quella del piano americano;
- di montaggio: non dovranno essere presenti fasi di montaggio o postproduzione, la ripresa dovrà essere effettuata in un unico “take”;
- di rapporto con il pubblico: trattandosi di monologhi saranno privilegiate le interpretazioni che si rivolgano direttamente in camera, ovvero verso il pubblico.

I file video devono essere generati o convertiti nei formati utilizzati dalle classiche piattaforme di video sharing (youtube) ed inviati alla redazione, NON dovranno quindi essere pubblicati in autonomia su internet (ciò in linea con le necessarie autorizzazioni da parte degli autori). Il file (che potrà raggiungere volumi solitamente non accettati dai sistemi di posta elettronica) potrà essere inviato alla redazione tramite l’uso di www.wetransfer.com o servizi similari (attraverso un’operazione di upload da parte del mittente e conseguente download da parte del ricevente entro un tempo prefissato di alcuni giorni), contattare la redazione per ogni informazione o chiarimento in merito. Il destinatario dei video inviati dovrà sempre essere l’indirizzo redazione@perlascena.it.

Per maggiori informazioni sia sulla creazione di un video che sulla scrittura e la pubblicazione di un proprio “Monologo della webcam” scaricare il concept in PDF o andare alla pagina Un progetto “per la scena”.

TwitterFacebookGoogle+LinkedInPinteresttumblrEmail